CAMMINO IBLEO, IL PIÙ LUNGO SENTIERO DEGLI IBLEI


 

“La promozione di un territorio non può prescindere dalla sua conoscenza e dalla sua tutela”, questo il principio che ha guidato le associazioni di trekking delle provincie di Ragusa, Siracusa e Catania, quando hanno pensato di dar vita al “Cammino Ibleo”. Le associazioni promotrici sono: i Kalura ed il CAI-RG per  Ragusa, i Natura Sicula, il CAI-SR ed Acquanuvena per la provincia di Siracusa e il gruppo Ailantos-Upedincaminu per la provincia di Catania. Queste hanno deciso di realizzare un progetto di mobilità sostenibile volto alla “conquista” dei Monti Iblei, che si propone, attraverso la riscoperta dell’antica viabilità rurale ormai dimenticate (le “regie trazzere”), di tracciare un sentiero, “Il Cammino Ibleo” appunto, che sarà – affermano gli organizzatori – il più lungo sentiero degli Iblei.
Nato sulla falsa riga dei più famosi e popolari Cammini europei, normalmente legati ad una tradizione medioevale, religiosa o storica, quello degli iblei vuol essere semplicemente un cammino laico, rivolto a celebrare e condividere esclusivamente le nostre bellezze naturalistiche.

Continua a leggere