MODICA BENE. NOMINATO PERITO DELLA POLIZIA POSTALE DI REGGIO CALABRIA


Tribunale di Modica

Continua il processo denominato “Modica Bene”. Lo scorso 22 luglio il giudice Patricia Di Marco doveva decidere se rinviare o meno a giudizio i 19 imputati. La Di Marco, invece, ha nominato un perito informatico della polizia postale di Reggio Calabria per esaminare i 24 dvd contenenti le intercettazioni illeggibili, perché danneggiate, messe a disposizione della difesa nella precedente udienza. Il perito dovrà constatare se è ancora possibile estrarre i dati, se questi sono leggibili o meno ed in caso contrario verificare le cause dell’illeggibilità.

“Modica Bene” è l’operazione condotta dalla Guardia di Finanza riguardante un affare di 14 milioni di euro per fatti commessi dall’ottobre 2003 al settembre 2007, che coinvolge 19 persone, appunto, della Modica bene, tra le quali spiccano i nomi di Peppe Drago, del fratello Carmelo e dell’ex sindaco di Modica, Piero Torchi, oltre a imprenditori, impiegati pubblici e banchieri che ogni giorno scambiavano nei loro uffici di credito decine se non centinaia di assegni frutto di un lavoro certosino compiuto all’ombra dell’Ufficio Tecnico di Modica e dello Sportello Unico per le Attività produttive della Contea. I reati contestati sono concussione aggravata e riciclaggio. La prossima udienza è fissata per il 7 ottobre 2010.



Annunci