L’AREVA UN COLOSSO DAI PIEDI D’ARGILLA?


Il premier italiano, Silvio Berlusconi, e il presidente francese, Nicolas Sarkozy, hanno siglato l’accordo che sancisce il ritorno, dopo 22 anni, al nucleare dell’Italia. Un ritorno presentato sotto i migliori auspici. Sicura convenienza economica, bassissimo impatto ambientale e risoluzione definitiva della cronica mancanza di energia elettrica nella Penisola.
Sarà l’Areva colosso francese e leader nel mondo per la costruzione di reattori nucleari a realizzare le quattro centrali di terza generazione sul territorio italiano. La tecnologia che verrà utilizzata per la costruzione delle centrali è la stessa che Areva sta utilizzando a Olkiluoto in Finlandia e a Flamaville in Normandia.

Continua a leggere

Annunci