(sfoglialo…) ATTITUDE marzo giorno – il pdf


Per sfogliare il Giornale clicca qui

Annunci

sondaggio sulle primarie del pd ragusa – 6 febbraio 2011


Lo scorso 6 febbraio Attitude be free ha somministrato, durante le primarie del Pd a Ragusa, un questionario, dieci domande, 7 sul Pd nazionale e 3 su quello locale, per computare i sentimenti, le volontà e i desideri dell’elettore del centrosinistra nel capoluogo ibleo.

Precisazioni.

Il questionario è stato somministrato solamente nel seggio elettorale della Camera di Commercio di Ragusa in Piazza Libertà.

Tutti i valori espressi nelle Tabelle sono in percentuale.

Fatta eccezione per la Tabella numero 7 il campione ha avuto sempre la possibilità di esprimere più di una preferenza.

Tenendo conto che il questionario è formulato in base a domande a risposta multipla la base su cui sono state conteggiate le percentuali muta di volta in volta in base al numero di preferenze espresse.

Analizzando le risposte sulle coalizioni possibili, sia a livello nazionale che locale, abbiamo dedotto anche un secondo risultato ovvero i voti complessivi che ogni formazione politica ha ottenuto, conteggiando sia le singole volte che il suddetto soggetto politico compare alleato con il Pd sia le volte che questo partito compare all’interno di una coalizioni, in tal modo siamo riusciti a tracciare il livello di gradimento, del campione preso in esame, nei confronti di tutti i partiti, sempre in relazione con il Partito democratico .

Le prime sette domande vertono sul PD nazionale le ultime tre su quello locale.

Continua a leggere

'zoro' si occupa delle mirabolanti quanto inaspettate primarie del partito democratico


Per vari motivi tecnico logistici, che non sto qui a raccontarvi per non tediarvi troppo, la partenza di “politico” è alquanto rallentata e di ciò mi scuso, ma vi prometto che quanto prima l’aggiornamento tornerà ad esser “quotidiano”.

ma veniamo a noi…. 

Naturalmente non potrò non occuparmi, nelle prossime due settimane, delle primarie del Pd, nella speranza di differenziarmi dalla pedissequa quanto barbosa nonché sterile cronaca dal balletto di cifre, volontà e proclami d’ogni genere che stanno caratterizzando questa tornata elettorale.

Inauguro questa rubrica con due video più che divertenti di ‘zoro‘.

iniziamo con “intro”

ed ora Tollaranza zoro, in attesa dell’uscita della seconda parte, ecco a voi la geniale performance di zoro:

“Tolleranza zoro, prima parte”

Le primarie che tanto prime non sono. Il Partito democratico è già morto?


Repubblica Tv ha intervistato ( lo scorso 29 Giugno) il Ministro Rosy Bindi sul recente discorso di Veltroni al Lingotto, alla quale hanno partecipato pure Ivan Scalfarotto (iMille) e Cesare Salvi, Sinistra Democratica (per l’intervento del sen. Salvi).

Tutto sommato il Ministro Bindi ha apprezzato il discorso del sindaco di Roma, anche se lamenta una poca attenzione alla sintesi culturale che il Pd dovrebbe rappresentare. Si è parlato, ha detto la Bindy, di ancoraggio al partito socialista europe e ciò continua la Bindi per rassicurare il proprio elettorato di sinistra, già fortemente messo in crisi dalla scissione mussiana. L’anima cattolica e sociale dei due partiti dovrebbero fondersi in qualcosa di nuovo, dice la Bindi, cosa che sembra sconfessata da una certa intenzione di perpretare una identità passata e passatista che pregiudica l’ingresso di nuovi protagonisti.

Continua a leggere

Partito Democratico. Proposte, idee, politica e partecipazione dal basso ne "iMille"


Mille persone, mille idee, mille blog. O ancora un network di persone. One member one blog.

Sabato scorso a Roma una trentina di intellettuali più o meno affini alle consuetudini ed alle logiche politiche si sono riuniti, lontano dai clamori di stampa e palcoscenici vari, ed hanno buttato giù un’idea, “iMille“. Ovvero, come scrive sul suo blog Antonio Sofi, “persone che da tempo ruminavano l’idea di fare qualcosa per il Partito Democratico“.

  garibaldi11.jpg 

Mercoledì prossimo, ormai sembra certo, Walter Veltroni confermerà la sua candidatura alla leadership del neonato Partito Democratico. Nel frattempo perplessità e dissensi di vario genere corrono o concorrono in parallelo alle dichiarazioni di fede nei confronti del nuovo soggetto politico.

veltroni3.jpg

Una delle critiche mossa al progetto di Ds e Margherita è la poca rappresentatività o “democtraticità” che ha caratterizzato la genesi del Pd, che ai più appare come l’ennesima struttura voluta dai leaders politici ed imposta aprioristicamente alla base, come dire nihil sub sole novi.

L’idea de “iMille” è interessante: presentare una lista e concorrere alle primarie del 14 ottobre, ma…

Prima di rimandarvi alla lettura degli articoli che spiegano quale è il progetto nato sabato scorso a Roma, vi voglio citare, ancora dal post di Sofi, un paragrafetto che in sintesi da l’idea che ha permeato il forum de “iMille“.

Idee e persone: le prime, le idee, non sono altro che la versione grezza e aggregante del programma – che forse non ha senso né per la competizione in questione [quella del 14 Ottobre] né nella modalità di pacchetto chiuso che esce dalle esperte stanze in 300mila pagine con bacio accademico.
Le seconde, le persone, sono l’unica possibilità, se organizzate in un network che funziona, di prendere il meglio della personalizzazione della politica e non farla diventare personalismo.
 

Oltre a già citato Blog di Antonio Sofi, anche Marco Simoni, Ivan Scalfarotto, Luca Sofri, Mario Adinolfi