Manitese & Attitude presentano: DA RAGUSA A POIPET IN UNA NOTTE


Un balzo di quasi 10.000 km, un viaggio, uno sguardo in una terra remota, lontana e affascinante come è la Cambogia.
Per una notte, quella del 20 agosto, faremo in modo che Piazza Duca degli Abruzzi a Marina di Ragusa diventi un angolo di Cambogia, una posto all’ombra delle guglie di Angkor Wat, una riva del Mekong a cui approdare.
L’intento che ci ha spinto ad organizzare questa serata è duplice. Vogliamo informare i partecipanti sul fenomeno del Trafficking (tratta di esseri umani), sul turismo sessuale e sugli abusi sui minori, ma allo stesso tempo vogliamo fare qualcosa di concreto, ed è per questo che organizziamo questa serata con Mani Tese, l’Ong che spesso ha trovato nelle nostre pagine un mezzo per far sentire la propria voce, e che si impegna da anni con progetti di cooperazione in Cambogia volti alla tutela dell’infanzia e al rispetto dei bambini. Quanto verrà raccolto verrà investito per il finanziamento del progetto n. 2236 atto alla costruzione di un centro di accoglienza per vittime di Trafficking a Poipet, una cittadina cambogiana sul confine con la Thailandia.

Continua a leggere

Diversamente Avis. 30esimo anno Avis modica


Programma manifestazioni

  • 24-26 giugno Atrio comunale:

Mostra storica“Trent’anni di Avis a Modica”

  • 25 giugno Piazza Matteotti alle ore 21.00

spettacolo di musica, cabaret, teatro, danza, percussioni, dal titolo “Diversamente Avis” con la partecipazione

  • del lirico Adonay Mamo,

  • dell’Arcigay di Ragusa,

  • dell’attore Danilo Schininà,

  • del regista Fabio Bastianello,

  • del cantautore Julim Barbosa,

  • del gruppo musicale “Les Tamboors D’Harmattan”

  • dell’attore Marcello Perracchio,

  • del ballerino Alberto Giardina le cui coreografie sono ideate da Claudia Giglio

  • dall’attore Vincenzo Tumino

Conducono Danilo Vizzini e Rossana Carretto.

  • 25 giugno Piazza Matteotti alle ore 21.00

Annullo filatelico postale celebrativo del trentennale dell’Avis di Modica.

VADEMECUM – GIUGNO 2011


 

Clicca sull’immagine per ingrandirla oppure scaricala, così sarai sempre informato….

Attitude be free – il pdf – Giugno – giorno


Per sfogliare il Giornale clicca qui 

A Tutto Volume. Libri in festa a Ragusa: 29, 30 aprile, 1° maggio 2011


 

Venerdì 29 aprile, sabato 30 e domenica 1° maggio Ragusa si trasformerà in una nuova capitale dei libri, in occasione della seconda edizione del festival letterario “A Tutto Volume” che anche quest’anno sarà ospitato nella suggestiva cornice della città barocca.

Venti tra i migliori scrittori italiani dell’ultimo anno editoriale, insieme a lettori e curiosi, invaderanno gioiosamente piazze e cortili, strade e vicoli, chiese e palazzi storici, librerie e caffè, osterie e botteghe dell’intero centro storico di Ragusa e Ibla.

A Tutto Volume” ha voluto dare voce alle parole più diverse, sposando la scelta del pluralismo culturale attraverso un’offerta di incontri letterari di alta qualità che spaziano dalla saggistica d’attualità alla narrativa, dal giallo al genere memorialistico, dall’arte alla poesia e alla ricerca spirituale meno convenzionale. E così come sono presenti saggisti (come Nicola Gratteri e Antonio Nicaso, Mario Giordano, Innocenzo Cipolletta, Roberto Vacca, Carlo Ottaviano, Roger Abravanel e Luca D’Agnese) insieme a narratori (Marco Presta, Marco Malvaldi, Lucrezia Lerro, Giorgio Nisini e Francesca Lancini), così autori affermati (come Giovanni Minoli, Aldo Cazzullo, Vito Mancuso, Simonetta Agnello Hornby, Achille Bonito Oliva) si alterneranno a giovani e talentuosi esordienti (come Viola Di Grado e Alessia Gazzola).

Lo spirito della manifestazione (che si svolge contemporaneamente al mese di promozione nazionale della lettura indetto dal Centro per il Libro) è quello di coinvolgere in una vera e propria festa del libro tutto il territorio e le energie locali insieme a cittadini, turisti e appassionati in una tre-giorni di letture, incontri e presentazioni. In concomitanza al programma principale si svolge anche Extra Volume, una ricca serie di laboratori, installazioni ed eventi di vario tipo organizzati direttamente dai cittadini ragusani proprio nell’intenzione di coinvolgere tutto il territorio nel modo più libero e spontaneo possibile.

clicca qui per il Programma in dettaglio

Continua a leggere

AL PARCO ARCHEOLOGICO DI CAMARINA LA XIII SETTIMANA DELLA CULTURA ENTRA NEL VIVO


Entrano nel vivo le iniziative programmate all’interno del parco archeologico terracqueo di Camarina nell’ambito della Settimana della Cultura – tredicesima edizione. Ingresso gratuito da sabato scorso, da stamani visite guidate per le scolaresche all’interno delle varie sale del museo a Camarina alla scoperta dei reperti archeologici più particolari. Un primo appuntamento dedicato ai più giovani che hanno avuto la possibilità di avvicinarsi al mondo della ricerca storica e archeologica. Stamani si è dato il via anche alla prima simulazione di rilievo archeologico attraverso il coinvolgimento dell’architetto Santamaria che ha illustrato agli studenti le modalità operative previste per uno scavo e parte della strumentazione tecnica e scientifica che viene utilizzata. Particolarmente soddisfatti gli studenti che hanno avuto la possibilità di conoscere non solo il museo e i reperti archeologici, in parte studiati a scuola, ma anche la professione dell’archeologo da molti ritenuta interessante e avventurosa al tempo stesso. La Settimana della Cultura a Camarina proseguirà ancora con la simulazione dei rilievi archeologici, con la visita alle collezioni ceramografiche del museo e con la conoscenza del patrimonio naturalistico attorno alla struttura museale. Poi la conclusione per domenica prossima, 17 aprile, con “CinemArcheologicoCamarina” con la proiezione di una serie di documentari e la conferenza dell’archeologo Giovanni Distefano, direttore del parco archeologico di Camarina.

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA: RAGUSA PROPONE UN MESSAGGIO


 

Ragusa è una delle due città della Sicilia che ha proposto iniziative ufficiali per la Giornata Mondiale dell’Acqua, grazie alle attività lanciate da Svi.Med.onlus (il Centro Euromediterraneo per lo Sviluppo sostenibile). 

 Quest’anno la manifestazione segue il tema “L’Acqua per le Città: per rispondere alle sfide urbane”. Un messaggio che nel capoluogo ibleo è stato lanciato alle giovani generazioni, coinvolgendo anche le scuole, per costruire insieme un percorso fotografico virtuale attraverso Facebook. Nel profilo dedicato “Giornata Mondiale dell’Acqua Duemilaundici”, è stata infatti messa insieme una vera e propria mostra virtuale a cui, oggi pomeriggio, con inaugurazione alle 18, farà seguito un’esposizione reale presso la libreria Saltatempo di Ragusa. Si è lanciato dunque un messaggio di rispetto e di sensibilizzazione attraverso un racconto fatto per immagini. L’importante tema scelto per quest’anno, che fa riferimento al delicato e significativo rapporto tra acqua e città, deriva dalla preoccupazione per le conseguenze derivanti dalla rapida e continua crescita della popolazione urbana nel mondo e al fatto che la maggior parte di essa a livello mondiale vive nelle città.

Continua a leggere

Apertura campagna referendaria dell’IDV Ragusa – nucleare – acqua pubblica – legittimo impedimento


Si apre oggi (19 marzo) a Ragusa in piazza Libertà la campagna referendaria dell’Italia dei Valori, a partire dalle ore 10.00, per promuovere i quesiti referendari contro il nucleare e il legittimo impedimento.
Scendiamo in piazza per difendere l’ambiente, l’acqua come bene comune e l’articolo 3 della Costituzione che sancisce l’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge.
Noi dell’Italia dei Valori abbiamo raccolto DA SOLI oltre du…e milioni di firme per restituire ai cittadini il diritto di esprimersi su temi che riguardano il futuro di tutti. L’immane tragedia del Giappone conferma quanto noi abbiamo sempre sostenuto: il nucleare è un’energia obsoleta, costosa e pericolosa. Per questo, non vogliamo che nel nostro Paese si realizzi il folle piano nuclearista del governo che prevede la costruzione di 13 nuove centrali. Invece di fermarsi a riflettere su cosa occorre fare sul piano tecnico, l’Italia deve abbandonare definitivamente la scelta del nucleare e puntare tutto sulle rinnovabili. Il governo non giochi con la pelle dei cittadini. Votando sì ai quesiti referendari gli italiani potranno scongiurare il pericolo atomico e, soprattutto, rimuovere lo scudo giudiziario che Berlusconi si è fatto confezionare ad hoc per evitare le aule di tribunale. Vi aspettiamo domani a Ragusa in piazza Libertà !