Attitude giorno – maggio – il PdF


 

Per sfogliare Attitude Giorno di maggio clicca qui

Annunci

IL 17 MAGGIO FINALMENTE SI INAUGURA LA BIBLIOTECA COMUNALE


Finalmente Ragusa ha la sua biblioteca. Non che non ci fosse, ma dopo 25 anni il Comune di Ragusa è riuscito a donare alla sua cittadinanza uno spazio adeguato per la corretta fruizione dell’importante, e dai più disconosciuto, patrimonio librario, ricco tra l’altro di testi rari ed antichi. 25 anni di rimandi, 25 anni di menzogne, 25 anni di amministrazioni e di progettisti a dir poco ambigui. Ma questo forse non è più il momento di far polemiche, con buona pace di qualche collega provinciale che nei mesi scorsi si è divertito a mandar in onda servizi canzonatori sulle promesse dell’assessore Francesco Barone, che, insieme al sindaco Dipasquale, può oggi fieramente sottoscrivere il risultato raggiunto.
Il prossimo 17 maggio alle ore 18 il Comune di Ragusa, alla presenza delle autorità e dei tanti cittadini inaugurerà la nuova sede della Giovanni Verga in via Zama.
Una marcia a tappe forzate iniziata nel 2007 quando l’attuale amministrazione, nell’incredulità generale, aveva promesso che nel giro di poco tempo avrebbe tagliato il famigerato nastro. Nel novembre scorso noi della redazione fummo invitati a visionare la struttura e lo stato dei lavori, con nostro stupore constatammo che la biblioteca era quasi pronta, risolti gli ultimi problemi allora legati al sistema antincendio e all’arredamento degli interni, oggi possiamo brindare alla nascita della nuova sede.
“Una nuova scommessa vinta – ha dichiarato entusiasta l’ass Francesco Barone – forse la più importante del mio mandato. La storia di questo edificio è lunga ed oramai era divenuta una vergogna, per noi come amministratori, ma sopratutto per noi come cittadini”. Una struttura all’avanguardia dotata di una biblioteca multimediale, con gli spazi dedicati all’apprendimento dei più piccoli e con la sala per i non vedenti.
In un momento di crisi quale è quello che stiamo vivendo, che coinvolge anche le amministrazioni pubbliche, “non è stato facile trovare i finanziamenti adeguati – continua l’assessore Barone – senza dilapidare le casse comunali, ma alla fine anche grazie alle sponsorizzazioni dei privati siamo riusciti nell’intento”. 

LA CITTADINANZA E’ INVITATA A PARTECIPARE!

CAMMINO IBLEO, IL PIÙ LUNGO SENTIERO DEGLI IBLEI


 

“La promozione di un territorio non può prescindere dalla sua conoscenza e dalla sua tutela”, questo il principio che ha guidato le associazioni di trekking delle provincie di Ragusa, Siracusa e Catania, quando hanno pensato di dar vita al “Cammino Ibleo”. Le associazioni promotrici sono: i Kalura ed il CAI-RG per  Ragusa, i Natura Sicula, il CAI-SR ed Acquanuvena per la provincia di Siracusa e il gruppo Ailantos-Upedincaminu per la provincia di Catania. Queste hanno deciso di realizzare un progetto di mobilità sostenibile volto alla “conquista” dei Monti Iblei, che si propone, attraverso la riscoperta dell’antica viabilità rurale ormai dimenticate (le “regie trazzere”), di tracciare un sentiero, “Il Cammino Ibleo” appunto, che sarà – affermano gli organizzatori – il più lungo sentiero degli Iblei.
Nato sulla falsa riga dei più famosi e popolari Cammini europei, normalmente legati ad una tradizione medioevale, religiosa o storica, quello degli iblei vuol essere semplicemente un cammino laico, rivolto a celebrare e condividere esclusivamente le nostre bellezze naturalistiche.

Continua a leggere

A TUTTO VOLUME DA FESTIVAL LETTERARIO A FESTA PER TUTTA LA CITTA’


Il primo maggio scorso si è conclusa la seconda edizione di “A Tutto Volume”, una manifestazione divenuta di già un appuntamento fisso per la cittadinanza. Un Festival squisitamente culturale, capace di attrarre un grande pubblico attento e preparato un po’ da tutta la Sicilia e non solo.
A Tutto Volume è stato reso possibile dalla collaborazione della Fondazione degli Archi, del Comune di Ragusa e della Provincia Regionale, con il patrocinio della Regione Siciliana e della Camera di Commercio di Ragusa ed il sostegno della Banca Agricola Popolare di Ragusa. Una kermesse  nata quasi per gioco, ci racconta l’Ass. alla cultura di Ragusa Francesco Barone, “l’anno scorso davanti ad un aperitivo con Alessandro Di Salvo, che, come fosse una scommessa, voleva dar vita ad un festival capace di valorizzare libri e autori, ma anche i luoghi caratteristici del nostro barocco ibleo. A tutto Volume – continua Barone – non è uno spot, ma un evento capace di attrarre  l’interesse della stampa nazionale e intellettuali di primissimo piano proprio per le sue caratteristiche”.

Continua a leggere

TRAFFICKING, UN ATTO IGNOBILE


 

La tratta degli esseri umani è un affare enormemente redditizio, insieme al traffico delle armi è l’attività criminale più importante al mondo, seconda solo al traffico di droga. Fare delle stime delle  vittime di questo orrendo crimine così come provare a misurare il volume d’affari di questo mercato è estremamente difficile, per tutta una serie di fattori, che vanno dalla difficoltà della materia sino alle connivenze delle autorità coinvolte. In ogni caso le stime fatte dalle organizzazioni internazionali sono devastanti, anche se spesso discordanti. Comunque secondo le Nazioni Unite il volume di affari scaturito da questo commercio sfiora i 32 miliardi di dollari l’anno, mentre altre stime parlano di 42 miliardi di dollari l’anno.
Da poco tempo la comunità internazionale si è occupata seriamente del problema, da un punto di vista giuridico, lessicale e concettuale. Un ritardo che ha determinato non poca confusione oltreché ad un rallentamento inaccettabile nelle politiche di contrasto. 
Le grandi organizzazioni internazionali hanno cominciato a interessarsi direttamente della questione dalla Convenzione delle Nazioni Unite contro la Criminalità Organizzata Transnazionale, firmata a Palermo nel 2000, dove sono stati allegati due Protocolli aggiuntivi dedicati esclusivamente alla tematica del Trafficking. Questi Protocolli offrono una definizione univoca sia dello Smuggling of Migrants (traffico dei migranti), sia del Trafficking of Human Beings (tratta degli esseri umani), offrendo così finalmente una base giuridica globale su cui operare per contrastare tali fenomeni.

Continua a leggere

FARISAICHE TRADIZIONI


 

Giovanni Paolo II è beato. Lo si sapeva, lo si prospettava e a breve verrà nominato Santo. Di Lui si sanno tante cose, è stato il papa che ha viaggiato nei cinque continenti, è stato un papa mediatico, capace di utilizzare intelligentemente le nuove tecnologie, è stato un filosofo molto vicino ai giovani, votò il suo pontificato alla pace nel mondo e ai diritti umani, contribuì enormemente a far crollare la cortina di ferro. È stato e sarà per sempre amatissimo. Queste cose le si sanno, come tante altre non le si sapranno mai, in fondo era pur sempre un capo di Stato e di uno Stato quale è il Vaticano.
La mia personalissima opinione, per quello che può valere, a me quel papa piaceva. E la sua beatificazione e la sua prossima santificazione mi sfiorano appena, come non mi interessano le tante critiche, vere o presunte, non so, che vorrebbero più di un’ombra sul suo pontificato. Il rapporto con l’Opus Dei, la carriera ecclesiastica di Marcinkus, quello del caso Calvi e del crack del Banco Ambrosiano, o ancora i suoi rapporti con Pinochet, sino alle accuse più infamanti riguardanti i presunti insabbiamenti degli scandali sessuali, che qualche anno fa travolsero la Chiesa. 
Lo ripeto queste cose non mi interessano, se sono vere saranno gli storici a dirlo e magari a spiegarle. Certo è che lo scorso primo maggio qualcosa è successo, lì dinnanzi alla Basilica di San Pietro si è consumato un delitto in un silenzio generale, che merita una piccola riflessione.

Continua a leggere