MPA. AREZZO: AL DI LA’ DELLE POLTRONE


 

Piccato risponde Mimì Arezzo alle accuse che Fli e Udc gli rivolgono, “la mancanza di coerenza loro è un atto mostruoso”, afferma il coordinatore provinciale del Movimento per l’Autonomia. Il quale non “capisce” questa mancanza di coerenza degli ex alleati del Polo della Nazione, un soggetto appena nato e già naufragato per la sola brama di poltrone. Il capoluogo ibleo, afferma Mimì Arezzo, sarebbe stato un banco di prova importantissimo, un’esperienza capofila in Italia, dalla quale poteva nascere qualcosa di nuovo. A Roma i quattro partiti avevano fatto un patto molto chiaro, il Polo della Nazione doveva essere una realtà politica equidistante dal Pd come dal Pdl. In fondo, a Ragusa come in Italia, la storia non cambia, il Partito democratico è vittima delle tante anime che vivono al suo interno, mentre l’implosione del Pdl, è solo una questione di tempo, ben presto “verrà travolto dai mille scandali del Presidente del Consiglio”. Indifferente a qualsiasi tipo di moralismo, ci tiene a precisarlo Arezzo, l’Italia non può essere guidata da un personaggio così indifferente alle sorti del Paese.

Ragusa necessita di un piano di rinascita culturale, economico e sociale. In questi cinque anni, afferma Arezzo, la politica di Palazzo dell’Aquila non è riuscita a difendere, ad esempio, l’Università e la Ferrovia, ed ancora non è stata in grado di sviluppare un sistema capace di sostenere e rilanciare il lavoro, sopratutto dei giovani, tramite, ad esempio, l’istituzione di un ufficio per la pubblicizzazione dei bandi regionali ed europei. Ma ancora, questa amministrazione ha fatto poco o nulla per incentivare il turismo e la cultura, senza parlare del tanto sbandierato rilancio del Centro storico.

A breve il MpA e Alleanza per l’Italia presenteranno alla cittadinanza la loro idea di città. E le eventuali, per non dire sicure defezioni, sono salutate dal MpA, con un certo rammarico certo, ma positivamente in nome della chiarezza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...