25 GIUGNO A SCICLI (sottotitolo)… Un incontro per riflettere sulle dinamiche culturali della città


“La differenza crea identità”, questo il tema dell’incontro svoltosi lo scorso 25 giugno a Scicli, nella meravigliosa Sala Falcone-Borsellino di Palazzo Spadaro. Un meeting fortemente voluto dalla Piattaforma Culturale Pass/o in collaborazione con il Club Unesco di Scicli. All’evento erano presenti anche il sindaco, Giovanni Venticinque, e l’assessore alla cultura Vincenzo Giannone.

Primo appuntamento con la cittadinanza per presentare e raccontare un progetto, un’idea, che altro non è che la volontà di avviare un circuito virtuoso, di sviluppo e di crescita, che coinvolga l’intera città, certi che questo contagio debba travalicare i confini del comune per coinvolgere l’intera provincia e quindi le città limitrofe e la Sicilia, ponte ideale per emancipare e sprovincializzare le energie positive delle nostre città verso nuovi lidi, siano essi italiani che internazionali. Un’idea di sviluppo e di programmazione non solamente di natura economica ma anche culturale, consapevoli che le due cose, troppo spesso considerate distanti se non addirittura opposte, possono, invece, convivere felicemente in un rapporto di mutuo soccorso, di vicendevole stimolazione in un unicum che si arricchisce della partecipazione dei singoli individui così come delle associazioni e delle amministrazioni. Soggetti che debbono concorrere alla creazione di una rete ove la conoscenza e le idee possano circolare liberamente contagiando e facendosi contagiare.

Naturalmente è un progetto estremamente ambizioso anche perché si parla di cultura e di risveglio spirituale, due realtà intimamente connesse, bisognose di tempo e di un lavoro continuo e persistente affinché cambi la mentalità e l’approccio alle cose, specie in una terra quale la nostra.

In chiusura un appunto potremmo farlo al sindaco ed all’assessore, che oltre a presentare gli ultimi importanti risultati ottenuti, come il completamento del Parco della Chiafura o la rifunzionalizzazione del Colle di S. Matteo, non hanno propriamente steso una mano in aiuto dell’iniziativa, anche se non hanno neanche voltato le spalle ai promotori. Work in progress…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...