HOT ROCK ‘N’ ROLL FESTIVAL. venerdì 11, sabato 12 e domenica 13!


Che cos’è? Una tre giorni di musica e spettacoli al Kanathé di Marina di Ragusa, con artisti provenienti da tutta Italia. Un festival rigorosamente d’altri tempi. Venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 sul “palco” del locale più eccentrico del litorale ibleo saranno di scena le sonorità, le movenze e l’allegria degli anni ’50.

Un salto nel passato per ricordare o per riscoprire un periodo che ha fatto epoca, quello degli States del dopoguerra. Quando l’America era un sogno, quando il sogno americano non era un miraggio.

Preparatevi le basette, le camice sgargianti, ma non dimenticatevi brillantina e ciuffo rockabilly perché è ora di ballare a ritmo di rock ‘n’ roll.

Roxy Rose

Continua a leggere

Annunci

IL NOSTRO VETRO PER LE TUE CONSERVE


Il Bar Prima Classe mette a disposizione – in una formula

totalmente gratuita – tutte le tipologie di vetro consumate durante l’attività

giornaliera: bottiglie di birra, succhi di frutta, coca cola, vino e quant’altro

può essere usato per la preparazione delle conserve: dalle storiche bottiglie “ri sarsa”

alle verdure sott’olio, dalle marmellate ai liquori aromatici, dall’imbottigliamento del vino e dell’olio agli usi più “bizzarri”.

Il riutilizzo del vetro rappresenta un processo intelligente, creativo e rispettoso dell’ambiente.

COME FUNZIONA:

– Prenota la quantità di vetro necessaria, lascia un recapito e verrai contattato appena il prodotto sarà disponibile.

– Consigliamo di prenotare per tempo perché non si fa magazzino e le ordinazioni verranno evase  in ordine di arrivo.

  • Qualora ti “giova”, alla consegna potrai richiedere un buono sconto del 10% usufruibile  presso il negozio di Andrea Cappello sito in via G. Di Vittorio ( “sotto il carcere” ), su prodotti e attrezzature per l’ imbottigliamento e il confezionamento di conserve, come condivisione e incentivazione a questo progetto.

Da oggi, dunque, le 4 R per lo smaltimento del vetro diventano 5:

RIDUZIONE – RIUTILIZZO-RICICLO –  RECUPERO…..  RAGUSA!

Info presso * Prima Classe ,Via Ercolano Ragusa

* primaclasserg@hotmail.com

* facebook al contatto “Prima Classe”

*  3283360108 Marco 3332531122 Peppe

MEGLIO UN PARCO O UN PARCHEGGIO? TRA SCIENZIATI ED OPINIONISTI.


Duro attacco del consigliere provinciale dell’IDV Giovanni Iacono al Presidente Antoci e all’assessore all’ambiente Salvo Mallia

discarica di Cava dei Modicani

Continua la disinformazione e l’immobilismo delle istituzioni nei confronti del Parco Nazionale degli Iblei. L’ambigua quanto discutibile condotta della Provincia Regionale di Ragusa, iniziata sin dal 2008 con l’istituzione di un comitato tecnico mai convocato, non sembra aver mutato direzione, anzi appare sempre più consolidata sulla linea difensivista e partigiana già tracciata dal Sindaco Dipasquale, dal Presidente della Camera di Commercio di Ragusa, dai nostri parlamentari nazionali e regionali, dalle compagnie Petrolifere e dall’Associazione Industriali, tutti assolutamente convinti che il nostro territorio “non vale un Parco”. Questa in sintesi l’analisi caustica del consigliere Giovanni Iacono dell’IDV vedendo evase tutte le sue interrogazioni sulla perimetrazione del Parco Nazionale degli Iblei.

Continua a leggere

IL VERMINAIO MODICANO, TRA TANGENTI, RICICLAGGIO E CONCUSSIONE AGGRAVATA


In un periodo dove la presunta difesa della privacy del cittadino diviene un valore sovraordinato al diritto del cittadino stesso di essere informato e difeso dalle organizzazioni criminali e dai sempre crescenti reati di concussione, la scelta del Procuratore capo di Modica, Francesco Puleio, di render noti i capi d’imputazione e gli imputati del processo riguardante i fatti accaduti a Modica dall’ottobre 2003 al settembre 2007, non poteva che sollevare un vespaio.

peppe drago

“Nel doveroso rispetto – dice il capo del Procura – delle molteplici esigenze sottostanti all’esplicazione del diritto dell’opinione pubblica di essere informata, quest’Ufficio ritiene parimenti opportuno fornire notizie sull’attività giudiziaria, al ricordato fine di garantire la corretta informazione dell’opinione pubblica e l’esercizio del diritto di cronaca, nonché di tutelare l’onore e la reputazione dei cittadini, evitando la costituzione o l’utilizzazione di canali informativi personali riservati, privilegiati ovvero orientati secondo interessi precostituiti di talune parti”. Tutto il resto sono chiacchiere inutili!

Continua a leggere

RAGUSA. LA BANDIERA BLU, L’ENNESIMA BUFALA?


vignetta pensata e ideata da Aduc

Per il secondo anno consecutivo il litorale di Marina di Ragusa ottiene il tanto agognato riconoscimento della Federazione per l’educazione ambientale (FEE), la cosiddetta Bandiera Blu. Tutti contenti e soddisfatti, anche se le ombre che si addensano sul presunto prestigio di questo ambito premio crescono di anno in anno.

Iniziamo col dire che la Bandiera Blu viene conferita a tutte quelle località che, oltre a poter vantare un mare ed una spiaggia pulita, dimostrino la piena conformità alla normativa vigente in tema ambientale e di rispetto del patrimonio naturalistico. Ad esempio: conformità con i valori previsti dalla direttiva europea sulle acque di balneazione, l’assenza di discarica urbane o industriali in prossimità della spiaggia o la conformità alle direttive europee sul trattamento delle acque reflue e sulla qualità delle acque di scarico. Ma non solo, infatti i comuni devono garantire tutta una serie di servizi ai bagnati come: i contenitori per raccolta differenziata, sia in spiaggia che nelle aree prospicienti, la sicurezza dei bagnanti, un reale impegno nell’educazione ambientale della cittadinanza o dimostrare l’esistenza di accessi sicuri alle spiagge oltreché adatti ai portatori di handicap. Questi sono solo alcuni esempi dei criteri imposti dalla Federazione per l’educazione ambientale (FEE).

Continua a leggere

WORKSHOP RAGUSA – STOCCOLMA. ALCUNE IDEE PER UN’ALTRA CITTÀ


progetto vincitore

In occasione dell’ultima edizione della Notte Bianca di Ragusa, celebrata lo scorso 30 aprile, il belvedere di via Roma è stato lo spazio ideale per mostrare alla cittadinanza, e non solo, i risultati del workshop di architettura Ragusa-Stoccolma. Un laboratorio di idee che ha avuto l’obiettivo di creare uno scambio interculturale e progettuale tra gli studenti della Facoltà di Architettura dell’Università K.T.H di Stoccolma e la comunità ragusana.

Un workshop che è stato possibile realizzare grazie al prof. Ori Merom e all’arch. Giuseppe Gurrieri, che ne ha coordinato il progetto, avvalendosi anche della collaborazione di due suoi colleghi, Valentina Giampiccolo e Claudio Criscione. Il prof. Merom dopo le esperienze positive avute in città quali Helsinki, Tel Aviv e Addis Abeba, ha progressivamente focalizzato la sua attenzione sul sistema urbanistico delle città dell’Italia meridionale, con una particolare predilezione per la Puglia. L’architetto Gurrieri, collaboratore del professore di Stoccolma nella realizzazione degli altri workshop, l’anno scorso ha deciso di proporre Ragusa come oggetto dei laboratori accademico-sperimentali dell’Università di Stoccolma, e nella fattispecie il belvedere di Via Roma, area critica sia dal punto di vista urbanistico che sociale. Un progetto accolto con entusiasmo oltre che dall’Ordine degli architetti di Ragusa anche dall’assessore Mimì Arezzo e dall’assessore Francesco Barone, che lo hanno patrocinato.

Continua a leggere

Architettura. La linearità del glamour ecosostenibile


rendering 1

Su un terreno di 8000 mq, due appartamenti gemelli, 150 mq l’uno, e pochi km di distanza dal centro di Ragusa, questi sono i numeri che caratterizzano queste abitazioni. Una creazione, non semplicemente una casa, che in sé racchiude tutte le innovazioni tecniche della bioarchitettura e le “sensazioni” stilistiche delle contemporanee avanguardie architettoniche.

rendering 2

L’estro dell’architetto Claudio Criscione ha concepito una struttura modernissima, minimale, che allo stesso tempo riesce a coniugare le forme pulite e contemporanee al proprio territorio e alla natura circostante. Innovazione e tradizione si mescolano omogeneamente nell’avvicendarsi di pareti lisce e in pietra “viva”, come le due lame che penetrano all’interno delle abitazioni, o la massicciata e il muro divisorio. Tutto nella struttura è stato pensato per rapire chi l’osserva, scompaiono così gli elementi di disturbo,  il canale di gronda, il pluviale e le persiane svaniscono inglobate nelle pareti, le prese d’aria per la ventilazione, funzionali a contrastare gli effetti nocivi del radon (un gas radioattivo naturale, privo di odore, colore, sapore ed estremamente volatile) e l’umidità proveniente dal terreno, si nascondono e si fondono  perfettamente alla struttura non diventando di intralcio al godimento dell’estetica.

rendering 3

La matita dell’architetto non ha dimenticato gli interni, consapevole che una abitazione è una casa da vivere, così calore, familiarità e ricercatezza sono affidati alla lama in pietra a vista che dal pavimento protende fino al soffitto, al grande camino e alla semplice rusticità del solaio e del tetto in legno a vista, simbolo dello sforzo suddetto di amalgamare modernità e tradizione.

Pensata con a cuore il benessere dei loro occupanti è l’attenta esposizione ad est che permette di avere ambienti irrorati di luce naturale e naturalmente riscaldati dal Sole.

La casa è in sintonia con la natura non solo da un punto di vista stilistico, ma anche da quello di impatto ambientale. L’impianto integrato di pannelli solari e fotovoltaici, il vespaio sotto l’edificio, la totale coibentazione e il sistema di riciclo delle acque piovane, destinate agli usi esterni, tra cui l’irrigazione, ed interni, l’acqua di carico per la lavatrice (ottima perché priva di calcare) e di scarico per il wc (dotato di caditoie ispezionabili), permetteranno al proprietario un sostanziale abbattimento dei costi di gestione e uno stile di vita più confacente alle necessità del nostro pianeta.

Come abbiamo già detto, molto più che una casa, una scelta di vita, una presa di coscienza, per chi non può fare a meno di coniugare stile a efficienza e tecnologia.

Per chi vuole avere maggiori informazioni: redazione@attituderagusa.it – cell. 320.63.99.738

in sezione

Legenda

1) CANALE DI GRONDA INCASSATO

2) GRIGLIA METALLICA PER VENTILAZIONE

3) MURO DI TAMPONAMENTO

intonaco esterno

forato 14 cm

intercapedine di aereazione 5 cm

isolante termico 3

blocchi in poroton portanti

intonaco interno

4) GRIGLIA METALLICA PER VENTILAZIONE

5) TUBO DI VENTILAZIONE

6) VESPAIO

7) TROPPO PIENO

8) PLUVIALE INCASSATO

9) CADITOIA ISPEZIONABILE

10) RACCOLTA ACQUE PIOVANE

11) PERSIANA INCASSATA

Per qualsiasi informazione redazione@attituderagusa.it o telefonate a 320/63.99.738