Berlusconi e i risvolti mediatici dell’attacco a Milano


La violenza va sempre condannata. L’atto compiuto da Massimo Tartaglia a Milano contro il premier Silvio Berlusconi è decisamente deprecabile e va stigmatizzato con decisione. Giusto ed ovvio.

Berlusconi ferito al volto

Come d’altra parte è ovvio il ribaltamento dei ruoli in questa storia, ovvero il carnefice diventa vittima e la vittima diventa un martire, un eroe.

Qualche dichiarazione:

Berlusconi:”Troppo odio su di me“, Bossi: “E’ terrorismo”, Capezzone: “I seminatori di odio dovrebbero chiedere scusa a Berlusconi”, Bondi su Di Pietro: “Spero che tutti prendano le distanze da questo losco personaggio che neppure in queste ore sa tenere a freno la sua malvagità“, Cicchitto: “Con Di Pietro al massimo si possono fare le brigate rosse e le brigate nere che hanno caratterizzato i momenti peggiori della vita politica italiana. In effetti se ci fosse un minimo di razionalità politica intorno a lui bisognerebbe fare un autentico cordone sanitario“. Emilio Fede: “Annozero? – ha detto Fede -. Complimenti, complimenti. Lo sa che se sbagliava di qualche centimetro il premier poteva essere morto? Annozero, Annomerda.”. Bonaiuti: “Una sinistra europea che vuol essere riformista non puo’ tirarsi dietro un Di Pietro con quel linguaggio estremistico, rozzo, volgare, basato sulla demonizzazione dell’avversario”.

Demonizzazione dell’avversario e capovolgimento della realtà, questo in sintesi la prassi del centrosinistra che ha determinato il comportamento del Tartaglia. Il ministro Carfagna, invece, se la prende con la proverbiale antidemocraticità del centrosinistra.

Da questo atto increscioso di sicuro l’immagine del prermier ne uscirà rafforzata, vittima tra le vittime ed eroe tra gli eroi. Un Capo di governo attaccato vilmente, non da uno squilibrato, ma da un uomo fomentato ed ispirato dal linguaggio violento del centrosinistra. E così Il Giornale può titolare: “Berlusconi aggredito: dietro la violenza c’è una regia“, se questo non è terrorismo mediatico…

Ma non è stato forse Berlusconi a dare del “Coglione” all’elettorato del controsinistra. Non è forse Berlusconi che da 15 anni a questra parte parla di un pericolo mai sopito dell’orda bolscevica in Italia, non è forse Berlusconi che attacca senza uno stralcio di prova il CSM, il Presidente della Repubblica e la Magistratura ed ancora non è forse sempre Berlusconi a dire che chiunque voglia fare il magistrato è antropologicamente diverso.

Il 20 giugno del 2009, a un gruppo di contestatori: “siete dei poveri comunisti, vergogna, mi fate pena, mi fate disgusto, noi siamo antropologicamente diversi” ecc. ecc.

Annunci

11 Pensieri su &Idquo;Berlusconi e i risvolti mediatici dell’attacco a Milano

  1. ciao,sono uno dei “coglioni” o meglio di quelli antropologicamente diversi solo perchè credo ancora nei valori della solidarietà,dell’ugualianza e della democrazia,senza per questo passare sopra i cadaveri degli amici per ottenere quello che voglio o non avere più uno straccio di morale,di etica..secondo me è tutta una montatura magari organizzata dalla cara “vittima” e poi tutti, in queste ore si chiedono come sta Costui, dopo il grave “attentato” …ma a quella povera statuetta non ci pensa nessuno?…a come deve essersi sentita quanto ha impattato contro una faccia semi- nuova di lifting..? a cosa deve aver pensato ad essere usata per questo scopo? quali traumi LEI ..può aver subito ? a questo finiro non ha pensato nessuno…(prendiamola a ridere dai!!!!!) ciao

  2. sembra che il copione non cambi di molto http://tv.repubblica.it/dossier/aggressione-berlusconi-ferito/berlusconi-ai-contestatori-vergogna/40205?video

    che si tranquillizzino i compagni (ops, scusate: i camerati) di governo e i suoi elettori, uno che ha gli “attributi”, per sua pubblica dichiarazione, un colpo come quello dovrebbe nemmeno sentirlo.
    Ogni giorno quanti semplici lavoratori subiscono infortuni di lavoro simili, incluso più gravi, senza fare tante storie. Suvvia che uno con le palle dovrebbe già essere al lavoro, e non occupare inutilmente uno dei —sempre più ridotti— posti letto, … pagato anche con le tasse dei “poveri comunisti”.

    martino

    • VIGLIACCHI, VIGLIACCHI, VIGLIACCHI

      L’Odio, che pervade la mente di frustati CattoComunisti e neo Fascisti (Scalfaro, Bersani, Rosi Bindi, Di Pietro, Fini, Repubblica, Magistrati macchiati del Rosso sangue delle loro vittime, +++..), sta portando alcuni Italiani alla violenza ed all’aggressione becera e Forcaiola.
      L’atto di aggressione, subito dal Presidente SILVIO BERLUSCONI, a cui va tutto il mio AFFETTO, ad opera di una mano sconvolta dalla propaganda Giustizialista, ci obbliga a meditare sulle parole e sugli atti di sciagurati Pubblici Giustizialisti e vili Politici, assetati di Potere e di ricchezze.
      Che Dio protegga Silvio e tutti gli uomini di buona volontà.

      Un Socialista “Prigioniero Politico”.

  3. Un Meridionalista di MPA
    Su questi Blog, si notano strani mentecatti che, nascondendosi dietro uno pseudonimo, si prendono la libertà di condannare e Marchiare di “Mafioso”, uomini Politici di valore Nazionale e Internazionale. Con acredine e con violenza, trasmesse loro da personaggi della più squallida politica (Rosa Bindi, Di Pietro, Bersani, Scalfaro, De Mita, Fini con Il Secolo, De Benedetto con i Forcaioli di Repubblica, + + +) aggrediscono tutto e tutti, rifiutandosi di esplorare la loro mente, inquinata dal putridume della presunzione, dall’ ignoranza e dalle insane compagnie. Scagliano i dardi delle loro frustrazioni, commettendo quotidianamente il Crimine di Abuso e di Oltraggio, protetti da una Giustizia Forcaiola e FascioComunista.
    Poveri voi, giovani, il vostro avvenire è nelle mani di uomini senza scrupoli e senza amore per il genere umano che, come Lupi famelici, vanno alla ricerca di Agnelli da sacrificare sugli altari del loro sfrenato egoismo.
    Ritornate nelle tane, bestie immonde, dove foste ricacciati dalla caduta dei maniaci NaziFascisti, dalla caduta del Muro di Berlino e dalla scelta del Popolo sovrano che ha indicato, in Silvio Berlusconi l’Uomo del futuro della nostra Nazione.

  4. per correttezza mio caro Elio niente pseudonimo.
    ho scandagliato la mia mente, come suggerito, cercando di epurarla dal putridume causatomi dalla mia infinita arroganza e ignoranza. E ti ringrazio, perchè sono giunto finalmente ad una conclusione:
    Il mio futuro, sempre più ombrato da minacce di complessità autorefenziale e fine a se stessa, è nelle mani di uomini sporchi,ingordi e guidati da una razionalità becera e mafiosa, uomini che da quindici anni governano questo paese.
    Forse sono accecato dall’odio “bolscevico” che nutro verso il Messia B. e i suoi “spelndidi” apostoli, ma i “lupi famelici” che stringono il mio futuro nelle loro mani sono gli stessi uomini politici a cui va tutto il tuo AFFETTO, e sui quali non vi è dubbio alcuno della loro omertosa rispettabilità.

  5. Certo che come dico sempre voi italiani sono proprio dei coglioni! Con tutti i problemi che ce sono … i lavoratori dell’alluminio di Alcoa di Fusina in piazza, quelli dell’Alcoa di Portovesme tra poco senza lavoro perchè chiude, Termini Imeresi che termina, l’Eutelia fallita con migliaia senza stipendio … che fate voi? L’11 gennaio alle 16.30 mentre una persona normale lavora e cerca di dare il contributo al suo paise, il mio amico Matteo Luppi (leggere il suo post demenziale) se ne sta bello bello … chissà forse dove sarà … a Madrid … chissà forse troppo ben pagato dalla sua amica Sapa .. e invece di lavorare scrive messaggi imbecilli nei post. … “Niente pseudonimo” … “minacce di complessità autoreferenziale” …
    Invece di “scandagliarti la mente”, vai a lavorare, aiuta il tuo paese invece di fare … come si dice? il solone? o qualcos’altro che termine per -one?

  6. Complimenti a questo Matteo Luppi!
    Matteo (o Sig Luppi), non ho capito niente di quello che scrive in maniera cosi’ contorta … poteva esprimersi anche senza tanti giri di parole dicendo: Sono Matteo Luppi e Berlusconi mi sta sul … Forse il Sig Matteo Luppi dovrebbe guardare meglio chi ha governato il paese negli ultimi quindici anni …
    Saluti

  7. @Giovanni: credo che il commento di Matteo Luppi è alquanto chiaro ed è in risposta ad un inviperito oltreché maleducato elio non so come fa di cognome.
    Inoltre prima di dire che Luppi si è espresso in maniera “così contorta” bisognerebbe riuscire a capire che il suo commento altro non è che la risposta ironica a quel primo commento. Che tu sicuramente hai letto. Vero?
    ps. chi ha governato l’italia negli ultimi 15 anni?

    @Celso Non sono un problema gli errori, non ti preoccupare. Ciò che invece lo rappresenta (il Problema) sono gli insulti. La libertà di parola e di pensiero, almeno in questo blog, è garantita, magari a casa vostra no, ma questi sono fatti vostri e non miei.
    Credo che Luppi abbia espresso un suo parere, che tra l’altro condivido pienamente, non offendendo nessuno a differenza vostra.

    L’ironia e il sarcasmo sono armi sottili che non tutti riescono a maneggiare correttamente ne ad accettarle serenamente.

    W la democrazia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...