Maroni, Saviano e la camorra


Il nostro jazzista al Viminale si è sentito defraudato, forse vuol essere lui la prima donna? Ma se non ci sono concorrenti con chi gareggia questa star mancata?

A chi mi riferisco? A Roberto Maroni, ahimé ministro degli interni, che oggi in visita ufficiale a Napoli lancia battute contro l’autore di Gomorra dichiarando:

E’ un simbolo ma non è il simbolo. La lotta alla criminalità organizzata la fanno poliziotti, carabinieri, magistrati, imprenditori che sono in prima linea ma non sulle prime pagine dei giornali

e poi lancia un messaggio triste, quasi nefasto, a Roberto Saviano:

una buona idea quella di andarsene. Non mi pare (però ndr) ci sia certezza di evitare la vendetta camorristica che non ha confini

conclude:

Non è da oggi che si combatte la camorra, lo si fa da sempre in silenzio. Al di là della risonanza mediatica e della vicenda personale di Saviano la lotta alla criminalità organizzata si fa quotidianamente da parte di tutte le forze dello stato, sempre più con il coinvolgimento dei cittadini

dal film gomorra

Spero abbia sbagliato il nostro ministro. Voglio sperare che non sia stato compreso come tante altre volte, voglio credere che non ha voluto dire ciò che ha detto. Perché se non fosse così il fatto è grave, è gravissimo. Spero che queste frecciate non nascano da un eccesso di vanità o da un rancore mai sopito nei confronti dell’autore di Gomorra, magari a causa delle denunce dello stesso Saviano che ha svelato ai più quanto la camorra sia colonna portante dell’economia del Nord. Spero che il fatto di aver detto che la camorra non è un fenomeno locale, ma internazionale e in quanto tale parte integrante dell’economia del Paese, ovvero parte di quella ricca fetta della società civile che ha residenza nel cosiddetto nord-est. Spero che il nostro ministro Maroni ha detto ciò che ha detto perché a pranzo ha bevuto un bicchiere di grappa in più del dovuto o perché è tanto tempo che non suona e perciò ha voglia di sfogarsi col primo che passa.

Caro ministro la lotta alla malavita organizzata, sia essa mafia, camorra o ‘ndrangheta, non ha bisogno di protagonismi, nemmeno del suo. Ognuno fa quello che può, ognuno col suo lavoro. I carabinieri, i poliziotti, i finanzieri coi loro mezzi e con il loro potere, la magistratura con le sue armi e la società civile con le sue forze, i giornalisti dovrebbero denunciare e qualcuno lo fa, e Saviano è uno di questi (non è un simbolo), gli imprenditori devono dire no e devono denunciare e qualcuno lo fa. Anche i cittadini dovrebbero fare il proprio e non per diventare eroi o simboli, ma per senso civico e senso dello Stato.

Approposito di imprenditori e Confindustria Sicilia non ricordo invece un intervento del ministro in favore del presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello, quando il suo operato è stato attaccato da Fabio Scaccia, presidente di Confindustria Catania, poi radiato per le sue esternazioni. Il signor Sciacca attaccò Lo Bello in quanto “monotematico”, insomma si occupa sempre di mafia, credo danneggiando l’immagine aurea della Sicilia.

Come sempre ci sono temi, modi e luoghi per esprimersi, ma qui pare che tutte le regole salatano chissà poi per quale fine.

 

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Maroni, Saviano e la camorra

  1. Maroni=8 mafiosi (media Viminale) al giorno arrestati dall’insediamento del ministro dell’interno; Saviano=”Gomorra non ha fornito contributi significativi alle indagini sulla camorra” (dott. V. Pisani, capo Squadra Mobile di Napoli). E la star sarebbe Saviano?

    • Il merito di saviano? beh dovrebbe essere evidente, ma se tale significato le sfugge potremmo dire che il suo merito è stato quello della divulgaziuone, di far scoprire ai tanti amici miopi del nord che la camorra “non è a napoli”, ma che opera anche e tanto anche nel nord, in sintesi che la camorra non è un fatto localistico/provinciale. Maroni? solo un accaparratore di anni di indagini svolte da magistrati e forze dell’ordine, che per l’ennesima volta si sion visti piovere sulle loro teste tanti elogi e tanti tagli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...