I comunisti sono ovunque, la democrazia è ostaggio delle pratiche marxiste-lieniniste


Si sfiora il paradosso o più semplicemente lo abbiamo già superato da un pezzo. I servizi segreti militari italiani (SISMI) controllavano magistrati, giornalisti ed ufficiali scomodi. Perchè pericolosi? Perché rappresentavano una minaccia alla sicurezza nazionale? Perché erano pronti a fare un colpo di Stato, magari modello tangentopoli?

No, semplicemente non erano e non sono allineati. A cosa? Non saprei.

martello.jpg 

In fondo Berlusconi ha avuto sempre ragione. I comunisti tengono sotto scacco, oramai da quasi sessant’anni, le istituzioni democratiche italiane. E non solo i comunisti nostrani, ma le ingerenze nella nostra democrazia provengono pure dall’estero, c’è un certo magistrato spagnolo, a me come penso a voi del tutto sconosciuto, di nome  Baltasar Garzón, che invece di occuparsi delle faccende spagnole indaga sul nostro ex premier per reati fiscali legati a Telecinco (ma perché lo perseguitano? Perchè non gode più dell’immunità? Perché si è fatto da solo? Perché sono invidiosi? O perché sono dei comunisti?) 

juez_baltasar_garzon.jpg

foto El Pais di Baltasar Garzòn

Ma toriamo a noi. I fatti sono questi, come ben saprete, dall’estate 2001 al 2006 il SISMI, e non una parte deviata dei servizi, indaga sulla magistratura (di destra e di sinistra), sui giornalisti e sugli ufficiali delle forze dell’ordine. Il caso salta agli onori della cronaca grazie o a causa del Consiglio Superiore della Magistratura (CSM), che invece di star quieto nel sul bel palazzone dorato denuncia l’operato dei servizi, un’ingerenza che non ha limiti. Ma la cosa che più mi sconcerta sono le accuse della maggioranza, più o meno velate, a Silvio Berlusconi.

Ma da quale pulpito? Così come dice l’ex ministro Gasparri.

E poi cosa c’entra il Presidente del Consiglio? Non è che può sapere tutto il capo del governo. Di cose in uno Stato, in cinque anni, ne capitano tante e non è che un individuo, anche se è il Primo Ministro, può star dietro a tutto, avrà i suoi impegni, o no?

O si vuol far credere che la perfetta coincidenza temporale (2001-2006), tra la compilazione dei dossier dei servizi e la legislatura di centrodestra, rappresenti la smoking gun?

Queste illazioni come questa supponenza sono atti terroristici e nulla più! 

Vedi anche:

Il giudice Ingroia sulla nuova P2. “C’è un qualcosa nel paese che da mesi, forse un anno, soffia aria mortifica”.

gelli.jpg

Annunci

Politica 2.0. Un'occasione mancata, il network di Acito (3di3)


Da SpinDoc

Con Saverio Acito si conclude il mio monitoraggio sulla politica 2.0 di Matera. Anticipo dicendovi che il progetto, che ha sostenuto la campagna elettorale di Acito, è quello che più di altri mi ha colpito favorevolmente. Infatti, anche se non mancano lacune di vario genere, spesso determinate non tanto dall’imperizia, ma da vere e proprie carenze organizzative, a Matera si è dato vita ad un network politico ben esplicitato dallo slogan “tutti per uno e sette per tutti”.

Comizio Acito

 Sette partiti (il Pri e le sei liste civiche, Acito città domani Matera viva – Uniti per Matera – Matera lab Matera che cambia Movimento per Matera) che hanno cooperato (su internet), hanno fatto sistema, rete, attorno a Saverio Acito.    

 Ogni sito, cioè ogni lista civica, ha lavorato con le proprie specificità alla diffusione dell’immagine e del programma del candidato a sindaco.

Riporto di seguito i bonus e i malus (a mio parere) delle sei liste civiche sopra citate: 

MoMa:
La sezione Sondaggi è vacante.
L’ultimo articolo della Rassegna stampa è del 2 dicembre scorso
Il Notiziario è bloccato al 18 marzo
Alla voce Archivio non c’é nulla
Nel Calendario eventi, che si suddivide in Conferenze stampa, riunioni interne e incontri e dibattiti, sono presenti solo due appuntamenti
Alla voce Contatti (fax e tel) non c’è un numero
Uniti per Matera: si collega a Città Domani
Matera Viva:
Notizie l’ultima è del 22 Maggio
Link compaiono solo tre liste civiche, mentre alla pagina liste civiche ci sono tutte e sette le liste
Rassegna stampa 9 art. l’ultimo è del 30 aprile
Comunicati stampa 1 del 28 gennaio.
Materia Lab:
C’è un Forum ma solo per chi si registra
Un po’ di “santini” on line, quasi un ossimoro
Alla pagina Comizi solo 3 articoli
Materia che cambia:
Interessante il Calendario eventi, che è interattivo ed alquanto dettagliato (Conferenze stampa, appuntamenti in Tv, Incontri con le altre liste, Incontri in piazza, Iniziative), peccato che l’ultimo aggiornamento risale a maggio.
Città Domani:
Ci sono dei video, il blog è aggiornato a luglio, con la cronaca del primo consiglio comunale

Vedi anche su SpinDoc:

Elezioni Matera. “Il sito città domani è un pretesto per non disperdere l’impegno”

Elezioni Matera. Il sito di Franco Dell’Acqua

Elezioni Matera. “Buccico.it” un sito lontano dai sassi