Elezioni in Belgio. La partita si gioca nelle Fiandre


Il prossimo 10 Giugno la popolazione belga sarà chiamata alle urne per eleggere i 150 deputati della Camera dei rappresentanti e 40 dei 71 senatori che compongono il Parlamento Federale. I cittadini avente diritto di voto, circa otto milioni, distribuiti tra le Fiandre a Nord e la Vallonia a Sud, dovranno decidere se rinnovare la fiducia alla coalizione rossoblu, composta dai socialisti (Parti Socialiste, PS) di Elio Di Rupo e dai liberali (Vlaamse Liberalen en Democraten, VLD) di Guy Verhofstadt, che è il Primo Ministro.

Elezioni in Belgio. La partita si gioca nelle Fiandre

Nelle elezioni del 10 Giugno non ci dovrebbero essere grosse novità. Il partito socialista, al potere dal 1988, dovrebbe riconfermarsi come una delle forze politiche trainanti della Vallonia. Anche se alcuni sondaggi (vedi l’Université Libre de Bruxelles) vedono favorito il Mouvement Réformateur (MR) di Didier Reynders, partito liberale dell’area francofona. Il MR, con la sua campagna elettorale incentrata su il liberalismo sociale e la ridistribuzione sociale della ricchezza, temi molto caro ai francofoni, ha sicuramente incrementato le fila dei suoi sostenitori. Poco da dire rimane invece per gli altri due partiti della Vallonia, Ecolo, partito ambientalista, attestatosi nelle ultime elezioni (2003) su un misero 3,1%, e il Centro Democratico Umanista (Centre démocrate humaniste, CDH) solido nel suo 5% dopo la svolta laica.

Ago della bilancia, come sempre, rimane la ricca quanto popolosa regione delle Fiandre. Altri partiti ed altra concezione politica. Il partito di estrema destra, Vlaams Belang, quarto alle ultime elzioni, non dovrebbe creare grossi problemi alle organizzazioni di centro sinistra. I consensi nei confronti dei liberali di Guy Verhofstadt non sono più quelli del 2003 ed è convinzione generalizzata che la partita sarà a due, tra i Christen-Democratisch en Vlaams (Cristiani democratici e fiamminghi, CD&V) di Yves Le Terme, attuale Primo ministro delle Fiandre, e i Socialistische Partij.andres – Spirit di Johan Vande Lanotte, formazione socialista liberale fiamminga (SP&a – Spirit), seconda nella maggioranza delle dichiarazioni di voto.

Altri partiti belgi
Partiti fiamminghi
Groen! (verdi)
Sociaal Progressief Alternatief (riformisti)
Nieuw-Vlaamse alliantie, N-VA (nazionalisti fiamminghi)

Partiti francofoni
Mouvement réformateur (moderati)
Front démocratique des francophones (moderati)
Mouvement des citoyens pour le changement (liberaldemocratici)
– Parti réformateur libéral (liberali)
Front national (destra estrema e xenofoba)
Union des francophones

Partiti germanofoni
– Parti des Belges germanophones (autonomisti)
Christlich Soziale Partei (cristiano sociali)
Partei für Freiheit und Fortschritt (destra autonomista)
– Vivant

Da ricordare poi il movimento di protesta della orami famosa Tania Derveaux, NEE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...