inaugurata l’ambasciata svedese su Second Life


Presso l’Istituto svedese di Stoccolma ieri, 30 Maggio, è stata inaugurata l’ambasciata su Second LIFE alla presenza del Capo della diplomazia svedese, Carl Bildt. Dopo l’annuncio dello scorso Gennaio, finalmente, il Regno di Svezia ha la sua ambasciata virtuale.

ambasciatadisvezia021.jpg Continua a leggere

amministrative 2007. un dato e due ipotesi


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo spauracchio delle amministrative è passato. E se non c’è stata la tanto decantata “spallata”, risulta fuor di discussione l’arretramento del Centrosinistra un po’ in tutta Italia e già si parla di una questione settentrionale. Monza, Verona, Asti, Gorizia ed Alessandria sono passate al Centrodestra, mentre a Genova, storica roccaforte della sinistra, il divario con la Cdl si è sensibilmente ridotto.

 

Anche senza essere in possesso dei dati definitivi è possibile fare una analisi sull’andamento di questa tornata elettorale. Innanzitutto vi è il dato dell’astensionismo sul quale i due schieramenti dovrebbero riflettere seriamente. Un astensionismo che se da un lato rappresenta un segnale inequivocabile che non può essere sottovalutato dal Governo Prodi, dall’altro lato è, come ha affermato lo stesso Presidente della Camera, frutto dalla crisi in cui versa la politica italiana, evidenziata pochi giorni fa da Montezemolo all’Assemblea annuale di Confindustria.

Continua a leggere

berlusconi, secchione o somaro?


«Di Como so tutto perché sono un secchione», conclude così il comizio del cavaliere a sostegno dei due candidati della Cdl: Carioni, presidente leghista della provincia di Como, e Ticosa, grande industria tessile di Como.

Ma le bugie hanno le gambe corte e così, come uno scolaretto della prima ora, il nostro presidente operaio si fa cogliere in fallo. Sul palmo della mano sinistra si era annotato i nomi dei suoi candidati, un po’ come si faceva a scuola.

 

 

emergency. a chi da fastidio?



Post.it con la presidentessa di Emergency e moglie di Gino Strada, Teresa Sarti

Intervista di Vito Scalisi e Saro Distefano

La presenza di Emergency in Afghanistan non è mai stata ben vista da nessuna delle forze in campo, nemmeno dalla stessa coalizione occidentale. Una organizzazione troppo indipendente, un occhio “eccessivamente” obiettivo su quello che accade in una terra martorizzata da un conflitto ingiustificato e privo di valori umani. Viene da pensare che tutta l’operazione dal rapimento o dalla liberazione di Mastrogiacomo in poi abbia avuto come obiettivo solo quello di isolare la vostra organizzazione umanitaria per spingervi a lasciare quella terra… è un pensiero plausibile?

Emergency è in Afghanistan dal 1999. E’ del rispetto delle popolazioni, di chi è ferito ed ammalato che ci interessa; a tutti gli altri chiediamo che ci lascino fare il nostro lavoro. Ad oggi questo è stato possibile perché non solo abbiamo dichiarato ma abbiamo praticato neutralità e lo abbiamo fatto sul campo: ci sono oltre un milione e mezzo di cartelle cliniche che lo dimostrano. Ma è vero che siamo di parte: siamo dalle parte delle vittime e non abbiamo mai smesso di parlare degli effetti della guerra. Che questo sia all’origine delle minacce o delle omissioni dei Governi che di quelle guerre sono responsabili, così come delle stragi di civili che esse sempre rappresentano, è plausibile e non sorprende affatto purtroppo.


Continua a leggere

emergenza rifiuti, servono nuove politiche ambientaliste


 

l'ennesima discarica a napoli

 

Tredici anni di commissariamento per l’emergenza rifiuti in Campania non hanno risolto nulla. Amministratori incompetenti o collusi, politiche obsolete, lobby finanziarie e l’intoccabile camorra, continuano ad avvelenare le popolazioni del Vesuvio, perpetuando una situazione indegna, incivile ed inaccettabile. Questo il punto di partenza dell’assemblea pubblica svoltasi lo scorso 24 Marzo a Serre (SA), dove è stata indetta, per il prossimo 19 Maggio, una mobilitazione generale per il ripristino della democrazia e della legalità.

Continua a leggere